Biblioteca Civica Gambalunga

La Biblioteca civica di Rimini, una delle più antiche ed importanti biblioteche pubbliche italiane, nasce nel 1619. Ha sede nel palazzo fatto costruire all'inizio del Seicento da Alessandro Gambalunga.

Alessandro Gambalunga morirà il 12 agosto del 1619. L'ultimo pensiero, l'estrema apprensione di Alessandro Gambalunga era stata per la biblioteca, alla cui sorte legava verosimilmente la perpetuazione di un «cognome, o casata» che, ascesa verticalmente nel giro di un paio di generazioni, rischiava, per mancanza di eredi diretti, di estinguersi altrettanto in fretta.
In forza del testamento, nella seconda metà dell'Ottocento il Comune di Rimini erediterà anche il superbo palazzo del Gambalunga.

La Gambalunga è celebre per i preziosi codici e per i numerosi fondi bibliografici e documentari speciali in essa conservati (tra cui l'interessante Archivio fotografico).

Nel 1620, l'inventario della biblioteca registrava 438 volumi e circa 2000 opere. Oggi il ricco patrimonio bibliografico, iconografico e documentario della biblioteca è costituito da 293.879 libri, di cui 60.000 antichi, 384 incunaboli, 5.000 cinquecentine, 16.605 libri e audiovisivi della Cineteca, 7.144 incisioni e disegni, oltre un milione di immagini fotografiche su diversi supporti, nonché svariate raccolte e fondi documentari, rappresentando così il più importante deposito del patrimonio culturale della comunità.

ORARI

Apertura: annuale Orario
dalle 08:00 alle 19:00 Sabato
dalle 08:00 alle 13:00 Giorni di chiusura: Domenica, Festivi   

INFO

Recapiti tel: (+39) 0541 704486 - fax: (+39) 0541 704480 gambalunghiana@comune.rimini.it
sito

INDIRIZZI

Via Alessandro Gambalunga, 27
47921 RIMINI

COME ARRIVARE

Come raggiungere il centro storico:
in auto: uscita autostrada A14 'Rimini Sud', proseguire per il centro per circa 3 km
in treno: dalla stazione ferroviaria percorrere viale Dante
in aereo: bus n.9, fermata Arco d' Augusto oppure stazione ferroviaria