Eredità dell’antico

Luoghi di interesse
1

Abbazia di Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca

Il complesso fu edificato nel 1418 grazie ad una donazione effettuata da Carlo Malatesta (signore di Rimini dal 1385 al 1429) che nei pressi aveva una delle sue dimore di campagna. La chiesa ed il convento furono affidati agli agostiniani di San Paolo Primo Martire d’Ungheria, inspiegabilmente richiamati in Ungheria nel 1420.

Via Covignano, 257
San Fortunato di Rimini

2

Biblioteca Civica Gambalunga

Il patrimonio bibliografico della biblioteca ammonta a 286.525 volumi. La Gambalunga è celebre per i preziosi codici e per i numerosi fondi bibliografici e documentari speciali in essa conservati (tra cui l'interessante Archivio fotografico).

Via Alessandro Gambalunga, 27
47921 RIMINI

3

Castel Sismondo

Del Castello, fatto costruire nel Quattrocento da Sigismondo Pandolfo Malatesta, è superstite il solo nucleo centrale. Sigismondo ne iniziò la costruzione il 20 marzo del 1437.

Piazza Malatesta
RIMINI

4

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Marino

La chiesa, nota ai Riminesi come Santa Rita dall’immagine che vi è venerata, si deve nelle forme attuali ai Canonici Regolari Lateranensi che vi si insediarono nel 1464

Via Castelfidardo, 1
47921 RIMINI

5

Chiesa di S. Agostino

E' una delle più grandi chiese di Rimini, e conserva nell’abside e nella cappella del campanile le maggiori e migliori testimonianze della Scuola pittorica riminese del Trecento

Via Cairoli, 14
47921 RIMINI

6

Chiesa di San Bernardino

Costruita in stile barocco nel 1759 su progetto di Giovan Francesco Buonamici, di cui è l’ultima opera. All’esterno statue in stucco di Carlo Sarti, all’interno notevoli dipinti di Donato Creti.

Piazzetta San Bernardino, 26,
47921 RIMINI

7

Chiesa di San Giuliano

Nel borgo antico di San Giuliano, si trova la chiesa omonima. Già chiesa benedettina, nota fin dal IX sec., ricostruita nel XVI secolo

Via S. Giuliano, 16,
47921 RIMINI

8

Chiesa di Santa Maria dei Servi

Agli inizi del XIV secolo la famiglia Malatesta dona alcune proprietà all’interno della città di Rimini ai Servi di Maria che vi costruiscono una prima cappella.
Pochi anni dopo i frati decidono di ampliare la propria chiesa costruendone una maggiore, della quale oggi si può osservare il fianco lungo il Corso d’Augusto.

Corso d'Augusto, 20
47921 RIMINI

9

Chiesa di Santa Maria della Colonnella

Sorta nel XVI secolo per onorare una miracolosa immagine della Madonna, un affresco della Madonna con in braccio il suo Bambino, presente in una piccola cappella  lungo la via Flaminia dal 1483, ha linee rinascimentali dalle forme pure e luminose e belle decorazioni in cotto.

Via Flaminia, 96
47923 RIMINI

10

Fontana dei Quattro Cavalli

Al termine di viale Principe Amedeo, attorniato da splendide ville, si trova piazzale Fellini: qui, a fianco del famoso Grand hotel, si può ammirare la splendida Fontana dei Quattro Cavalli marini.

Via Saint Maur des Fosses
47921 Rimini (RN)

11

Fontana della Pigna

Posta a fianco della statua di Paolo V, s'adagia sulla piazza nelle sue splendide forme circolari. Venne ricostruita da Giovanni da Carrara nel 1543 nell'aspetto attuale, rispettoso dell'impianto originario

Piazza Cavour
47921 Rimini RN

12

Grand Hotel

Sul lungomare di Rimini, in direzione del porto affascina la maestosa architettura del Grand Hotel, edificio in stile liberty sorto nel 1908. E’ tuttora un albergo di lusso che ha visto soggiornare personaggi da tutte le parti del mondo.

Viale Giovanni Battista Ramusio, 1
47921 RIMINI

13

Il Faro e Il Porto Canale

Sul largo Boscovich prospetta il faro settecentesco che sorveglia il porto-canale, un tempo tratto di foce del fiume Marecchia, deviato più a nord nel 1972

Via Destra del Porto
RIMINI

14

Palazzo Angherà

Sorge nel rione Clodio. Il palazzo, già casa Masi dal cognome della madre del capitano d'artiglieria Domenico Angherà (1862-1895), è ornato da un antico portale in pietra del 1580 con due cariatidi ai lati e due leoni rampanti nell'arco. Sulla facciata una lapide municipale onora il capitano morto in battaglia

Via Domenico Angherà 28
47921 Rimini RN

15

Palazzo Baldini

Adiacente a Piazza Cavour in Corso d'Augusto sorge il maestoso e pittoresco edificio costruito dopo il terremoto del 1786 da Gaetano Stegani e di proprietà del nobile Luigi Baldini. Il pianoterra del palazzo di recente è stato sede del cinema "Supercinema".

Corso d'Augusto
47921 RIMINI

16

Palazzo Bartolini

Attualmente Ripa-Ugolini. Di particolare importanza risultano le decorazioni interne, gli affreschi e lo scalone che conservano ancora l'impronta ottocentesca.

Corso d'Augusto, 115
47921 Rimini RN

17

Palazzo Belli

Oggi sede della Banca Nazionale del Lavoro in Corso d'Augusto è abbellito da ringhiere settecentesche.

Corso d'Augusto, 110
47921 Rimini RN

18

Palazzo Brancaleoni

L'edificio apparteneva al nobile Brancaleoni la cui casata si estinse nel 1777 con Raffaele. Venne poi acquistato dai Bonzetti.

 

Corso D'Augusto
47921 Rimini

19

Palazzo Brighenti

Situato nel rione Pataro in Via M.Brighenti. Qui vi abitò Maurizio di Luigi Brighenti, ingegnere e patriota (1793-1871).

Via M.Brighenti
Rimini

20

Palazzo Brioli

Si distingue in piazza Tre Martiri come la "Torre dell'Orologio" costruita nel 1547 e poi rifatta nel 1759 con l'orologio del 1562.
Il palazzo venne ricostruito da uno dei più attivi promotori della vita balneare di Rimini, Ruggero Baldini e dal Fratello Alessandro.

Piazza Tre Martiri
Rimini

21

Palazzo Buonadrata

Edificio situato in Corso d'Augusto, appartenuto al marchese Ercole Buonatrada, è ora di proprietà della Cassa di Risparmio di Rimini. La bella facciata rifatta dopo il terremoto del 1786 è attribuibile all'architetto Giuseppe Achilli. Il portale risale ai primi anni dell'Ottocento.

Corso d'Augusto
Rimini
22

Palazzo Canevone di Santa Maria della Misericordia

Pur non avendo grosso valore estetico è forse la più antica testimonianza di edilizia minore a due piani del XII e XIII secolo.
Il nome deriva da "Canava", ossia "bottega dove si vende il vino al minuto, talora anche pane ed altri commestibili" ma anche magazzino per il grano o per il sale.

tra Via Tonini e il Vicolo Santa Maria in corte
47921 Rimini RN

23

Palazzo Cima Belmonti

Ubicato nel rione Montecavallo in Corso d'Augusto n.14 nei pressi dell'Arco, ad angolo con Via Castracani. Il palazzo di proprietà dell'omonima nobile famiglia, fu rifatto sostanzialmente alla fine del 700, ma conserva il bel portale secentesco.

Coso d'Augusto 14
RIMINI

24

Palazzo del Podestà

Fu eretto attorno al 1330 come residenza per il Signore della città. Subì consistenti modificazioni nel XVI secolo; la forma attuale si deve ad un ripristino dei primi decenni del XX secolo. 

Piazza Cavour, 27
47921 Rimini (RN)

25

Palazzo del Tribunale

Situato nel rione Clodio in Via Angherà, oggi è sede dell'Università. Il Palazzo era stato progettato come sede della Prefettura nel 1930 dall'ing. Paolo Veronese.

Via Angherà, 22
47900 Rimini RN

26

Palazzo dell'Arengo

Edificio romano-gotico merlato, fu costruito ad iniziare dal 1204 sotto il Podestà Mario dé Carbonesi per assemblee di popolo.

Via Gambalunga, 27
47921 RIMINI

 

27

Palazzo della Cassa di Risparmio

Nel rione Clodio in Piazza Ferrari,questo palazzo neo-rinascimentale fu costruito per la banca nel 1914 dall'architetto svizzero Paolito Somazzi.

Piazza Luigi Ferrari
47921 Rimini RN

28

Palazzo Diotallevi

Il grande e incompiuto palazzo (1795) venne rifatto dall'architetto Giuseppe Achilli.

Via Tempio Malatestiano
Rimini

29

Palazzo Felici Vitali Cappelli

Si trova in Via Giovanni XXIII. Questo edificio secentesco, con un bel portale bugnato,verso la fine del 700 appartenne al conte Daniele Felici Capelli 1° ministro delle finanze del regno di Napoleone, poi ministro dell'interno e senatore. Morì l'11/01/1836. Sulla facciata una lapide lo ricorda.

Via Giovanni XXIII
Rimini

30

Palazzo Ferrari

Sito nel rione Montecacallo, in corso d'Augusto n.76, questo palazzo del 1750 di proprietà dei Carli, attualmente al piano terra è occupato dalla libreria Luisè, da una galleria antiquaria e da altre attività commerciali.Entrando dal grande portone che porta in un cortile interno si accede ai negozi.

Corso d'Augusto, 76
Rimini

31

Palazzo Garampi

Palazzo Garampi, nel cuore del rione Cittadella, fu edificato dall'architetto L. Carducci nel 1562 su disegno di Serlio. Crollato a seguito di un terremoto nel 1672, fu ricostruito nel 1687 da Francesco Garampi, da cui ha preso il nome.

Piazza Cavour, 27
47900 Rimini RN

32

Palazzo Ghetti

L'edificio, di gusto neoclassico, è stato costruito nel 1857 dall'architetto Giovanni Benedettini come sede di una fabbrica di "zolfanelli fosforici"(fiammiferi) di proprietà del Cav. Nicola Ghetti.

Via XX Settembre 63
Rimini

33

Palazzo Giannini

Proprietà laica accanto a quella ecclesiastica della chiesa del Suffragio

Corso Papa Giovanni XXIII
Rimini

34

Palazzo Gioia / Pavoni

Il palazzo fu edificato da Mons.Pietro Pavoni nel 1614. Appartenne ai Belmonte intorno alla seconda metà del 700 e poi ai Gioia (1786). Dopo le distruzioni dell'ultima guerra fu ricostruito nel 1959. Ospitò Napoleone Bonaparte (1797) e Luigi Carlo Farini (1860).

Piazza Cavour angolo Via Gambalunga / Corso d'Augusto
47921 Rimini RN

35

Palazzo Giovannini

Ubicato nel rione Cittadella in Corso d'Augusto angolo Via Soardi, questo è un edificio neoclassico, anche se la parte inferiore è stata modificata. La facciata è opera di Giovanni Benedettini (1864).

Corso d'Augusto angolo Via Soardi
Rimini

36

Palazzo Lettimi

Uno dei più prestigiosi palazzi del Rinascimento riminese, rappresenta ancora oggi una ferita aperta nella città dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Via Tempio Malatestiano, 25
47921 Rimini (RN)

37

Palazzo Massani

L'edificio risale nella sua attuale struttura alla fine dell'800, quando divenuto proprietà nel nobiluomo Guglielmo Massani - pioniere dell'Azione Cattolica e grande benefattore dei poveri - venne affidato al Prof. Ghinelli di Santarcangelo che lo ridisegnò integralmente nello stile neoclassico.

Via Tempio Malatestiano
RIMINI


 

38

Palazzo Ricciardelli

L'edificio originariamente pare fosse di proprietà dei conti Ricciardelli, poi passato alla famiglia Monticoli,quindi di nuovo posseduto dai discendenti dei Ricciardelli. Il palazzo era una sontuosa dimora del primo Rinascimento con un grandioso cortile con doppio ordine di arcate su colonne, ma purtroppo subì numerosi rifacimenti specialmente nell'Ottocento e anche nel dopo guerra è stato in gran parte ricostruito.

Corso d'Augusto 237/239
Rimini

39

Palazzo Ripa Salvoni

La facciata è opera di Giovanni Benedettini (1849). Il Marcheselli nel 1754 afferma che in questo palazzo vi erano circa una ventina di dipinti del Guercino poi dispersi (ma recentemente ritrovati ! Vedi mostra allestita c/o il museo della città dall'8/11/2002 al 23/02/2003).

Corso d'Augusto, 15
Rimini

40

Palazzo Romagnoli

Uno dei più interessanti edifici dell'Ottocento riminese a lato del palazzo Garampi sulla via del corso d'Augusto. Originariamente di proprietà dei Montelabate, quindi di Claudio Procacci, poi della famiglia Romagnoli.

Corso d'Augusto
Rimini
 

41

Palazzo Tingoli

Appartenuto alla ricca e nobile famiglia Tingoli, si pensa possa risalire al XVII secolo, ma nel terremoto del 1672 subì gravi danni poiché venne distrutta la facciata, fatta ricostruire successivamente da Domenico Tingoli, con il portone che apriva sulla piazza.

Piazza Tre Martiri

Rimini

42

Palazzo Tonini

Questo palazzotto nel rione Clodio con struttura seicentesca, domina la Piazzetta Ducale, tra Via Tonini e Via Ducale. Qui abitarono gli storici riminesi Luigi e Carlo Tonini.

Piazzetta Ducale 47921
Rimini

43

Palazzo Zavagli

Situato nel rione Clodio nella Piazzetta Zavagli alla quale si arriva dal corso d'Augusto e quindi da via Farini.

Piazzetta Carlo Zavagli
47921 Rimini RN

44

Palazzo Zavalloni

L'edificio fu di proprietà dei nobili fratelli Demofonte ed Aurelio Valloni, in seguito al terremoto, nel 1787 fu ricostruito nella facciata su disegno dell'architetti Giuseppe Valadier.

Corso d'Augusto, 162
Rimini

45

Piazza Cavour

Anticamente chiamata piazza del Comune o della fontana. Nel Medioevo qui era il centro della vita cittadina.

Piazza Cavour
47921 RIMINI

46

Pieve romanica San Salvatore

La pieve risale probabilmente al XII secolo e fu costruita riutilizzando materiali romani.

Via San Salvatore
RIMINI

47

Porta Galliana

Questa porta cittadina fu costruita nel Duecento a collegamento della città con la zona del porto lungo il fiume Marecchia.

Via Bastioni Settetrionali
RIMINI
48

Resti della Cattedrale di Santa Colomba

La tradizione, non suffragata da testimonianze, vuole che la chiesa, edificata nei pressi delle mura romane nel cuore della città medievale, fosse sorta sulle rovine di un tempio pagano

Piazza Malatesta
Rimini
49

Resti di San Girolamo e Oratorio di San Giovannino

Dell’Oratorio di San Girolamo, edificato nella prima metà del Seicento, non restano testimonianze. Sono invece sopravvissute le due cappelle laterali che costituivano lo scenografico ingresso

Via Aponia
Rimini
 

50

Sant'Innocenza e San Michele in Foro

Sull’antico Foro della città, nel lato un tempo più allargato verso il mare, furono edificate la chiesa di Santa Innocenza e la chiesa di San Michele in Foro

Piazza Tre Martiri
Rimini

51

Santuario di Sant'Antonio di Padova, Paolotti

Al 1518 risale, nell’antico foro di Rimini (l’attuale piazza Tre Martiri), la costruzione di un tempietto dedicato a sant’Antonio nel luogo in cui la tradizione vuole sia accaduto il miracolo della mula.

Via Antonio Battarra, 10
47921 Rimini RN

52

Santuario di Santa Maria delle Grazie

Il complesso francescano fu edificato alla fine del Trecento (1391-1396) grazie al mecenatismo della famiglia delle Caminate alleata dei Malatesta, laddove esisteva una celletta in ricordo di un evento miracoloso. La prima chiesa fu però consacrata solo nel 1430. A questa struttura a pianta rettangolare, oggi coincidente con la navata di destra dell’attuale chiesa, fu aggiunto il bel soffitto ligneo a carena di nave di tipo veneziano, una rarità per la nostra regione.

Viale delle Grazie, 10
47900 Rimini RN - Covignano

53

Santuario Madonna della Misericordia in Santa Chiara

Conosciuta come Chiesa di Santa Chiara, sorge nei pressi dell'Arco d'Augusto e fu eretta nel secolo XIV dalle monache Clarisse.
La chiesa custodisce l'immagine della Madonna della Misericordia, opera di Giuseppe Soleri Brancaleoni (1750- 1806), che ne fece dono alla sorella, suor Chiara.

Vicolo Santa Chiara, 28
47921 RIMINI

54

Tempio Malatestiano

Autentico gioiello del Rinascimento italiano, voluto da Sigismondo Malatesta attorno alla metà del quindicesimo secolo, a perpetuare la gloria sua e della sua famiglia, trovò nell’architetto Leon Battista Alberti il realizzatore geniale che tradusse in quelle strutture i più nobili canoni del classicismo.

Via IV Novembre, 35
47921 RIMINI