Ariminum

Luoghi di interesse
1

Anfiteatro Romano

Eretto sotto Adriano nel II secolo d.C., la costruzione nel II secolo d.C. dell’Anfiteatro da parte dell'imperatore Adriano interpreta la strategia del panem et circenses nella ricerca del più ampio consenso e dell'allentamento delle tensioni sociali con la concessione di momenti di evasione collettiva.

Via Vezia,
Rimini

2

Arco d'Augusto

L’Arco di Augusto eretto dal Senato romano nel 27 a.C., come porta urbica alla confluenza della via Flaminia nel decumanus maximus, onora la figura e la politica di Ottaviano, ad iniziare dall'iscrizione che lo celebra per il restauro della via Flaminia.

Corso d'Augusto
(Largo Giulio Cesare)
RIMINI

3

Domus del Chirurgo

La 'Domus del Chirurgo' venne edificata nel corso della seconda metà del II secolo d.C. L'edificio è stato identificato con l'abitazione e lo studio professionale di un importante medico, una specie di 'Taberna medica domestica'

Piazza Luigi Ferrari
RIMINI

4

Il Foro

All'incrocio tra cardo e decumanus maximi in corrispondenza dell'attuale piazza Tre Martiri si apre il Foro, cuore della vita pubblica ed economica

Piazza Tre Martiri
RIMINI

5

Museo della Città

Ospitato nel settecentesco Collegio dei Gesuiti, in Museo accoglie, nel giardino, il Lapidario romano e, all'interno, oltre alla Pinacoteca e la sezione Archeologica, offre spaccati sulla città antica e la vita quotidiana

Via Luigi Tonini, 1
Rimini

6

Ponte di Tiberio

In pietra d'Istria, si sviluppa per una lunghezza di oltre 70 m su 5 arcate che poggiano su massicci piloni. Il ponte, che rappresenta il punto di partenza della via Emilia e della via Popilia, si impone per il progetto ingegneristico e per il disegno architettonico che coniugano funzione utilitaria, armonia delle forme ed esaltazione degli Imperatori.

Ponte di Tiberio, 1
RIMINI

7

Porta Montanara

La costruzione della Porta Montanara, detta anche di Sant'Andrea, risale al I secolo a.C. L’arco a tutto sesto, in blocchi di arenaria, costituiva una delle due aperture della porta che consentiva l'accesso alla città per chi proveniva dalla via Aretina. Il doppio fornice agevolava la viabilità, incanalando in passaggi paralleli il percorso in uscita da Ariminum, attraverso il cardine massimo, e quello in entrata.

Via Giuseppe Garibaldi 112,
47921 Rimini (RN)